FACCIAMO-SCUOLA
    
Prima Pagina Spettacolo Cronaca Arte Cultura
Libri Scuola Sport Opinioni Lavorare in Comune
Centro Storico Fiat museo più popolare su Facebook/Centro-Storico-Fiat1
Comune di Isernia decide riorganizzazione e assegnazione plessi scolastici

riorganizzazione-scuole-comune-di-isernia-630

ISERNIA - Sicurezza delle Scuole. Riorganizzazione ed assegnazione plessi scolastici. Anno 2018-2019. L’Amministrazione comunale di Isernia, nel prioritario, importantissimo e indifferibile obiettivo di assicurare, entro l’inizio del prossimo anno 2018-2019, all’intera popolazione scolastica degli istituti dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, il massimo grado di sicurezza in relazione a possibili rischi derivanti da potenziali eventi sismici, ha deciso di procedere alla riorganizzazione e ad una nuova distribuzione dei plessi scolastici di competenza comunale, anche in considerazione della imminente consegna del nuovo edificio scolastico di via Umbria che metterà a disposizione della collettività nuovi, importanti spazi per l’istruzione e la didattica.

In tale ottica è stato sviluppato un complesso esame della situazione che ha tenuto conto, per le decisioni da assumere, molteplici fattori di natura tecnica, ma anche didattici-funzionali, quali le esigenze connesse alla sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro e, per quanto possibile, la necessità di mantenere l’unità dei singoli istituti d’istruzione, assicurandone la continuità didattica. In tale contesto, sono già stati programmati interventi mirati di manutenzione su specifici edifici scolastici e sono state assicurate le relative risorse finanziarie per l’esecuzione dei lavori in tempi brevi.

In relazione a quanto sopra, è stato predisposto apposito piano che è stato innanzitutto portato a conoscenza e pienamente condiviso con le istituzioni scolastiche locali, attraverso un incontro promosso e tenuto lo scorso 23 gennaio 2018 dall’amministrazione comunale con le dirigenti degli istituti comprensivi della città e la dirigente dell’Ufficio scolastico regionale.

Successivamente, data l’importanza del tema, al fine di sviluppare ed esaminare più nel dettaglio le problematiche relative alle singole scuole, alla presenza delle rispettive dirigenti, sono stati tenuti tavoli di lavoro e incontri con i presidenti e con tutti i rappresentanti di entrambi gli istituti comprensivi.

Al termine di tale complesso lavoro, che è stato ritenuto utile e necessario per la delicatezza della problematica trattata e per la consequenziale assunzione di responsabilità nelle scelte da operare, nell’ottica precipua a cui è ispirata l’azione di riordino posta in essere, si è proceduto, in attesa della futura acquisizione di ulteriori immobili oggetto di avviata programmazione, alla riorganizzazione temporanea sotto riportata, distinta per edificio scolastico, che si vuole rendere pubblica tempestivamente al fine di orientare le famiglie, prima della imminente scadenza dei termini di iscrizione al prossimo anno scolastico.

È stata, altresì, scartata l’ipotesi di ricorrere a eventuali doppi turni, circostanza da scongiurare giacché creerebbe seri disagi e renderebbe complessa e poco funzionale ogni attività didattica.

Per motivi organizzativi e didattici, i dirigenti scolastici potranno, nell’ambito degli spazi di propria competenza, proporre al Comune eventuali modifiche al piano nella distribuzione degli alunni ad invarianza di numero di aule messe a disposizione.

“Edificio Azzurro” sito in San Lazzaro (21 aule)

1. I.C. Giovanni XXIII – Scuola dell’infanzia (già a San Lazzaro – 7 classi);

2. I.C. Giovanni XXIII – Scuola dell’infanzia (da San Leucio – 8 classi);

3. I.C. Giovanni XXIII – Scuola primaria (già a San Lazzaro – 6 classi – 4°/5°).

“Edificio Tagliente” sito in San Lazzaro (25 aule)

1. I.C. Giovanni XXIII – Scuola primaria (già a San Lazzaro – 7 classi -1°/2°/3°);

2. I.C. Giovanni XXIII – Scuola secondaria primo grado (da c.so Garibaldi – 18 classi).

“Edificio prefabb. in legno ed Edificio ex c.a.” sito in San Leucio (16 aule)

1. I.C. Giovanni XXIII – Scuola primaria “Silone” (già a San Leucio – 16 classi).

“Nuovo Polo Scolastico” sito in San Leucio (37 aule)

1. I.C. San Giovanni Bosco – Scuola primaria (da San Lazzaro – 13 classi – 3°/4°/5°);

2. I.C. San Giovanni Bosco – Scuola secondaria primo grado “Andrea d’Isernia” (da via Pascoli - 24 classi).

“Edificio colorato” sito in San Leucio (11 aule)

1. I.C. San Giovanni Bosco – Scuola primaria (da San Lazzaro – 11 classi – 1°/2°).

“Edificio Comunale ex V settore” sito in loc. Acquasulfurea (9 aule)

1. I.C. San Giovanni Bosco – Scuola dell’infanzia “San Pietro Celestino”(da PIP Miranda – 4 classi);

2. I.C. San Giovanni Bosco – Scuola primaria “San Pietro Celestino” (da San Lazzaro – 5 classi).

“Edificio privato soc. Calabrese” sito in area PIP Miranda (8 aule)

1. I.C. San Giovanni Bosco – Scuola dell’infanzia (già in area PIP Miranda – 8 classi).

Per quest’ultima scuola sono state avviate iniziative, verifiche e trattative tendenti a reperire un immobile idoneo nell’area cittadina da destinare a nuova sede dell’Istituto. Infine, per la programmazione del trasporto scolastico, sarà tenuta in debito conto la nuova collocazione delle scuole sul territorio.


Data: 4/2/2018
STAMPA QUESTO ARTICOLO
STAMPA QUESTO ARTICOLO
INVIA QUESTO ARTICOLO
INVIA QUESTO ARTICOLO
 
© Riproduzione Riservata
ULTIME DAI COMUNI
 

 
  Scooter e moto: a Roma meno incidenti, ma buche e tombini fanno paura
 
  Competenza delle Prefetture - U.T.G. per l'accoglienza e procedure di R.A.V.
 
  Marchio d'impresa e marchio comunitario, consumatori e produttori senza tutela
 
  Carta d'identità elettronica, Uncem: positiva la proroga del bando sull'anagrafe
 
  Fatturazione elettronica nei Comuni montani e in aree dove c'è divario digitale
 
  Teleriscaldamento, Bergamo al top. Ma ancora tanti morti di tumore in Lombardia
 
  Mercato immobiliare, Uncem: domanda in ripresa nelle principali località alpine
 
  Proprietà intellettuale, contraffazione ed educazione alla legalità con Codacons
 
  Saldi: decalogo di Adiconsum. Acquisto del giusto rapporto qualità prezzo
 
  Portale delle offerte valido aiuto per il consumatore nella scelta di luce e gas
 
  Ecotassa, serve un tavolo con stakeholder per modalità attuative
 
  Fatturazione elettronica, percorso di aiuto dalla Camera di commercio di Varese
 
  Agriturismi italiani, Mipaaft e Google insieme per aprire le porte del mondo
 
  Bollini allarmistici per indicare salubrità o meno degli alimenti
 
  Limite di velocità a 30 KM/H in tutti i centri urbani, Codacons in Procura
 
  Sotto l’albero di Natale, con Adiconsum e Centro Europeo Consumatori Italia
 
  Assicurazioni agevolate, entro la fine del 2018 pagamento di 130 milioni di euro
 
  Com’è nato e com’è cambiato il gioco d’azzardo nel tempo
 
  Regala cultura anche a Natale con Lalineascritta di Antonella Cilento
 
  Iss e case farmaceutiche, caos sui vaccini dopo l'inchiesta delle Iene
 
  Bonus sociale luce gas e acqua: per Adiconsum da rendere automatico
 
  Sospensione delle rate dei mutui di Banco BMP nei territori colpiti dal maltempo
 
  Fatturazione elettronica: modalità operative e principali criticità dal 2019
 
  Agricoltura biologica: disinformazione sui benefici per ambiente e nutrizione
 
  Patrimoniale fa paura ai cittadini, Aduc: messi al riparo i conti a rischio
 
  Concorso a dirigente scolastico, partecipanti infuriati e richieste al Miur
 
  Comune di Merano annuncia la riasfaltatura di corso Libertà inferiore
 
  Comune di Teramo riapre i cimiteri di Varano, Villa Rupo e Garrano
 
  Comune di Castenaso mette in tavola rotonda accoglienza e integrazione
 
  Regolamento comunale fitofarmaci, questo il resoconto del Comune di Sansepolcro





Prima Pagina Gerenza e Cookie Policy Giornale e Contatti Credits © 2009 - CINQUEW.it