ARTE
    
Prima Pagina Spettacolo Cronaca Arte Cultura
Libri Scuola Sport Opinioni Lavorare in Comune
Centro Storico Fiat museo più popolare su Facebook/Centro-Storico-Fiat1


Laboratori esperenziali di arte terapia al Museo del Sottosuolo di Napoli

locandina-arteterapia-museo

NAPOLI - Fare esperienza. Immergersi nel flusso delle cose. Toccarle, annusarle, viverle. Fondersi con il colore e assorbirlo per riappropriarsi delle proprie emozioni. Si alimentano di questa linfa vitale i laboratori esperenziali che utilizzano la pittura come trade union di varie dimensioni. Gli incontri si terranno, a partire dal 23 novembre, ogni sabato dalle 16.00 alle 18.00 presso il Museo del Sottosuolo di Napoli (piazza Cavour, 140). Un per-CORSO dedicato all’arte, non da guardare, ma da creare e da vivere, con un incontro a settimana di due ore l’uno.
Un viaggio le cui tappe sono MATERIA – LUCE – COLORE.
Tre “guide” in grado di rivelarci e di restituirci le nostre potenzialità creative più nascoste.
La chiave di sblocco è proprio la creatività che “gioca” con materiali insoliti come ad esempio i sassi del mare, le spezie o altri oggetti naturali.
Il nucleo di questo percorso non è la realizzazione del prodotto artistico in sé o attuare una selezione che permetta di scoprire talenti e di capire chi abbia stoffa, bensì di utilizzare l’esperienza creativa come strumento utile per compiere un lavoro introspettivo e divertente.
Un’esperienza emotiva, tattile, artistica e quindi di comunicazione globale che vedrà uniti sia adulti che bambini.
Il laboratorio, che prevede un ciclo di quattro incontri e prevedere un numero massimo di 15 partecipanti, sarà curato da Gina Affinito, artista esperta in pittura polimaterica e counsellor.
Tre le fasi principali, che miscelano sapientemente teoria e pratica.
- La prima teorica, in cui in cui verranno trattate nozioni di base inerenti l’arte ed alcuni artisti noti per conoscere tecniche e linguaggi artistici. e ad Artisti noti, analizzando e cercando di coglierne in maniera
semplice il linguaggio artistico.
- Nella seconda fase spazio al puro atto creativo, in cui i partecipanti si cimenteranno nella creazione di un’opera, frutto del loro anelito vitale ed espressione della propria sfera emotiva, su supporto telato.
- La terza sarà una fase “restituzione” dell’esperienza, attraverso la condivisione di impressioni ed emozioni.
Ogni incontro proporrà, condensati in una sessione ma con temi sempre nuovi, tutte e tre le fasi, mescolando teoria, pratica e condivisione.
Gli Allievi del laboratorio, ogni 6 lezioni, avranno la possibilità di vedere i lavori prodotti in una esposizione. Le modalità sono da concordare con l’organizzazione.
Per maggiori informazioni ed iscrizioni
www.ilmuseodelsottosuolo.com
info@ilmuseodelsottosuolo.com
Data: 3/11/2013
STAMPA QUESTO ARTICOLO
STAMPA QUESTO ARTICOLO
INVIA QUESTO ARTICOLO
INVIA QUESTO ARTICOLO
 
© Riproduzione Riservata

I PIU' LETTI
Cassano colpito da ictus, il fuoriclasse del Milan come Ronaldo
Compleanno del Santo Padre Benedetto XVI, lettera aperta di Maurizio Zini
Apocalisse nucleare, parole che arrivano dal Giappone. Tokyo città fantasma
Nube radioattiva di Fukushima domani sull§Italia, disastrosa se piove
Risks for Public Health & the Environment 16th to 18th of May in Madrid
Milioni di morti in Giappone a causa del plutonio nell§aria, apocalisse?
Terremoto in Emilia-Romagna e Lombardia, scossa a Finale Emilia, Borgofranco
Gianni Riotta si dimette dalla direzione de "Il Sole 24 Ore". Martedì al Cda